Tecnologie

Nella produzione di correttivi dei suoli agrari, AGROSISTEMI impiega come base biologica i fanghi di depurazione, derivanti dal trattamento delle acque reflue civili ed agroalimentari.

BIO SOLFATO e BIO CARBONATO sono i nomi commerciali di due correttivi agricoli, appartenenti ai  tipi di fertilizzanti nazionale “gesso di defecazione” e “carbonato di calcio di defecazione”, definiti dalla  Legge  Italiana D.Lgs. 75/2010

Sono prodotti mediante:

  • idrolisi delle proteine dei fanghi biologici con Ossido di Calcio
  • introduzione di acido solforico per la precipitazione di solfato di calcio (BIO SOLFATO)
  • introduzione di anidride carbonica per la precipitazione di carbonato di calcio (BIO CARBONATO)
  • integrazione con additivi
  • eventuale pretrattamento estrazione dei metalli o anioni indesiderati tramite processo di elettrocinesi 
  • eventuale pretrattamento di riduzione degli inquinanti organici tramite processo Fenton

Il trattamento dei fanghi viene effettuato:

  • con impianti fissi, autorizzati ai sensi dell’Art. 208 comma 1 D.Lgs 152/06 (impianti di Piacenza, Cervia)
  • con impianti mobili, autorizzati ai sensi dell’Art. 208 comma 15 D.Lgs 152/06, collocabili presso i produttori di fanghi ed eseguendo campagne di attività per un tempo definito.

In alternativa AGROSISTEMI è in grado di produrre gli stessi correttivi mediante un trattamento innovativo dei materiali biologici in fase liquida, da inserire direttamente sulla linea fanghi degli impianti di depurazione delle acque (impianto di La Spezia).  Il metodo garantisce:

  • semplificazione gestionale/amministrativa, evitando la produzione di rifiuto (il fango di depurazione) in quanto il trattamento agisce sul fango liquido di linea, non ancora classificato rifiuto;
  • riduzione dell’azoto presente all’interno del processo depurativo;
  • separazione del fosforo;
  • ottenimento di un fertilizzante correttivo dei suoli agrari.

 

Sempre nell’ottica del recupero di biomasse pregiate, AGROSISTEMI impiega metodi per l’estrazione dell’azoto ammoniacale da digestati della fermentazione metanogenica in grado di produrre cristalli di bicarbonato d’ammonio, congiuntamente ai già descritti correttivi agricoli